Donne: come fare pubblicità per averle come clienti

Le donne sono ottime clienti ma per conquistarle devi pensare a delle azioni di vendita che le emozionino. Ma quali?

Che le donne vadano conquistate prendendole per la gola è una vecchia massima che si rincorre nei salotti buoni da secoli ma ora non è più solo una leggenda.

Partiamo dalla scoperta

Una ricerca del Brookhaven National Laboratory di New York ha stabilito che la tentazione alla quale le donne proprio non sanno resistere è rappresentata dal cibo, più della bellezza, dei soldi o della carriera.
L’analisi tramite PET delle reazioni del cervello di alcune donne lasciate senza cibo per parte della giornata, ha evidenziato come le parti del cervello relative al controllo delle emozioni vengano attivate nel momento in cui si stimola la loro fame. Questa analisi spiegherebbe perché le donne trovino più difficoltà a rinunciare al cibo o fare una dieta.

… e quindi?

Appreso che le donne hanno difficoltà a rinunciare al cibo e che la fame è direttamente collegata con le loro emozioni l’idea diffusa che una donna va conquistata, “prendendola per la gola” assume un significato anche scientifico.

Ma noi qui parliamo di pubblicità e questo non è un sito di appuntamenti quindi, come tenere conto di questa scoperta sul mondo femminile che rappresenta la metà o più del target pubblicitario del tuo negozio?

Cosa usare per stimolare la fame delle donne in una strategia pubblicitaria?

Il nostro cliente Paolo ha un negozio di frutta e verdura. Per lui è più semplice stimolare “l’acquolina in bocca” delle sue clienti:

  1. mostra la merce: non tenere niente nel retro-bottega, fai vedere quello che offri e potrebbe essere che si venda da solo.
  2. mostra i prodotti in modo da renderli invitanti: un po’ di illuminazione e un cartello descrittivo possono fare miracoli nelle vendite.
  3. consiglia: fai conoscere i prodotti nuovi o particolarmente vantaggiosi otterrai un doppio vantaggio: vendita immediata e fidelizzazione.
  4. fa provare il prodotto: in fondo stiamo parlando di fame ed emozioni, no! Un assaggio abbatte la diffidenza iniziale e stimola la curiosità. E potrebbe bastare il profumo.

Vista, udito, gusto, olfatto sono stimoli che accendono le reazioni a danno emozioni. Preso per buono lo studio che collega emozioni e fame nelle donne, la stimolazione di questi sensi attiverà anche la propensione all’acquisto.
Una cosa tipo: “con questo radicchio il mio risotto verrà buonissimo: lo DEVO comprare.”

Questo esempio vale per tutte le attività legate all’alimentare: panifici, rivendite di formaggio, salumerie e macellerie ma anche a bar e ristoranti con le dovute correzioni.

Come ti trattano nei tuoi negozi di alimentari preferiti? Scrivi la tua esperienza nei commenti qui sotto anche se è diversa da quello che hai appena letto. 

Chi non vende alimentari cosa può fare per conquistare le donne?

Sara ha un negozio di scarpe e il target del negozio di scarpe è prettamente femminile:

Con la stimolazione sensoriale siamo in ordine: le scarpe tra vetrina ed espositori sono in bella mostra, il profumo di pelle è inconfondibile, le scarpe si possono toccare e la musica d’ambiente è adeguata. Come fare il passettino in più?

Durante la prova, mentre illustra il prodotto alla sua cliente usa tecniche di vendita descrittiva e inserisce esempi legati al cibo e alla cucina: la mente delle clienti fa il resto.

Sensi stimolati,  fame presente, propensione all’acquisto raggiunta.

Funziona anche con gli uomini?

Il cervello degli uomini è un po’ più lineare ma prove sul campo dicono che se si riesce a far provare un prodotto ad un maschio la vendita è quasi certa.
Come far provare il prodotto, però, sta nella tua abilità persuaroria.

Se ne sei capace, scrivi nei commenti il tuo approccio. Per piaceeeere!

Conclusioni

Il vecchio adagio diceva che per conquistare una donna bisognava prenderla per la gola.
Oggi abbiamo la prova scientifica e quindi si può provare a stimolare l’appetito culinario delle donne clienti.

Ci hai mai provato? Com’è andata?
Se non hai mai provato questi approcci alla vendita, fai delle prove, non costa nulla e a prova avvenuta scrivi nei commenti qui sotto com’è andata, ne parleremo insieme.

Alla conquista delle donne

...

Lascia un commento