Evento formativo: gratuito o a pagamento?

Secondo alcuni gli eventi formativi dovrebbero essere ad accesso gratuito per spingere i potenziali clienti alla partecipazione, secondo altri che sarebbe meglio fossero a pagamento perché non ritengono produttivo regalare competenze con il rischio di svalutare le proprie conoscenze.


Tu come la pensi?
Per una realtà che deve crescere e vuole farsi conoscere è bene regalare un po’ di competenze durante dei corsi gratuiti con i potenziali clienti tra il pubblico?

Comincio con una domanda

Quando un fornitore ti regala qualcosa – un buono, un prodotto, un gadget – tendi a dare a quel bene un valore alto o basso?
Superata la gratitudine iniziale, pensi che quel omaggio sia costato tanto o che, infondo, abbia un valore economico risibile?

Un paio di concetti

Validi per qualunque settore merceologico e anche per la pubblicità che stai pensando di fare per il tuo negozio:

  • il valore attribuito ad un servizio gratuito è solitamente basso e quindi scarsamente considerato
  • le strategie commerciali basate solo sul prezzo più basso, tendono a non premiare sul lungo periodo.

E non basta: per organizzare gli eventi l’azienda deve anche sostenere dei costi:

  • marketing
    • manifesti
    • volantini
    • web (minisito dedicato?)
    • newsletter
    • social network
    • tele-marketing
  • Allestimento sala conferenze
  • Logistica
  • Catering
  • Relatori (in alcuni casi)

e queste spese vanno inserite nella colonna dei costi: si tramuteranno in investimento ma non sarà un passaggio immediato.

Che fare

Il mercato in questi anni si è evoluto e sono sempre meno gli eventi formativi completamente gratuiti.

La tendenza che si è diffusa è quella di chiedere una cifra bassa ai partecipanti, i potenziali clienti di prima.
I vantaggi di questa soluzione sono:

  • mantenere alto il numero di partecipanti
    se il costo non è così alto da costituire una barriera all’ingresso il numero di partecipanti sarà simile all’evento gratuito.
  • non svalutare eccessivamente le proprie competenze
    pagando, i partecipanti entrano nell’ordine di idee che il relatore non è solo un appassionato ma che hanno di fronte un professionista. Nota dolente: dovrai comportarti come tale.
  • rientrare immediatamente dei costi sostenuti
    se ti organizzi per il pagamento anticipato (si può fare anche online) potrai investirli subito per aumentare la qualità dell’evento: migliorando il catering, aumentando il materiale didattico, facendo intervenire un fotografo e tutte quelle altre cose che pensi siano belle quando sei tu a partecipare agli eventi. 

In conclusione

Malgrado le tendenze di mercato siano 2: eventi gratuiti ed eventi a pagamento, si sta facendo largo la terza via: quella del pagamento modesto.

La soluzione del prezzo basso sembra accontentare tutti quelli che vogliono usare gli eventi per farsi conoscere.

… tu fai pagare la partecipazione ai corsi/convegni che hai organizzato?
Scrivici nei commenti che soluzione hai trovato.

Evento: gratis o a pagamento

...

Lascia un commento